Località da visitare in Sardegna

Palau

Palau, in Sardegna, è un comune di circa 4000 abitanti della provincia di Olbia-Tempio, meraviglioso porto di accesso all’Arcipelago di La Maddalena.

Una delle principali attrazioni di questa località, meta turistica nota a livello mondiale, è la suggestiva roccia dell’Orso, una collina granitica di oltre 100 metri, che ha assunto la sua caratteristica forma grazie all’azione erosiva degli agenti atmosferici.

Vacanze Palau

Negli anni ’60,  quando l’Aga Khan organizza la Costa Smeralda, la cittadina di Palau conosce una crescita urbana ed economica, perdendo la connotazione di piccolo borgo per divenire una moderna cittadina turistica della Sardegna, meta di vacanze all’insegna del benessere e del relax.

località in sardegna

Santa Teresa di Gallura

Santa Teresa di Gallura è un comune della provincia Olbia – Tempio, adagiata su un promontorio che si affaccia a nord sulla costa della Corsica e ad est verso l’arcipelago della Maddalena.

Il centro abitato di Santa Teresa di Gallura si sviluppa secondo la piana romana, ponendo tutte le vie secondo una intersecazione ortogonale tra loro.
L’insenatura di Rena Bianca, una delle due che caratterizzano il centro della città,  racchiude una spiaggia di sabbia finissima e bianca.

Vacanze a Santa Teresa Gallura

Santa Teresa, oltre alle bellezze naturali, offre ai visitatori anche la possibilità di ammirare importanti testimonianze storiche, come  la Torre di Longosardo (edificata attorno al XV secolo per ordine del re di Spagna Filippo II) attorno alla quale si cominciò ad edificare proprio il centro abitato, secondo quanto emanato da un decreto di Vittorio Emanuela I il  12 agosto 1808, che disegnò anche la pianta del paese e ne decise il nome in omaggio a sua moglie: la regina Maria Teresa d’Austria.

Un altro luogo di particolare interesse è la batteria Ferrero, ossia quanto rimane delle postazioni di artiglieria, dei bunker e delle miniere a cielo aperto, al quale si affianca il sito nuragico di Lu Brandali.

Porto Cervo

La particolare orografia del luogo ha fatto sì che il centro cittadino di Porto Cervo venisse edificato in una posizione rialzata rispetto al porto, offrendo in questo modo un’impareggiabile vista sul magnifico mare sardo, protetto alle spalle dalle colline sulle quali trovano spazio le abitazioni e le ville dei turisti, ma anche famosi locali notturni e ristoranti.

La storia di Porto Cervo è strettamente legata alla figura del  principe Karim Aga Khan che negli anni ’60, colpito dal fascino di questi luoghi, comprò le terre del luogo, poverissime per risorse, affidando ad importanti architetti la creazione di questo paradiso turistico che tutto il mondo invidia. Negli anni ’80 si è provveduto a dotare la cittadina di un nuovo porto, riconosciuto come uno dei meglio attrezzati di tutto il bacino mediterraneo.

Hotel Porto Cervo

 

Con i suoi hotel Porto Cervo è una delle località più note e frequentate della Sardegna, luogo esclusivo e meta ogni anno di personaggi famosi, che qui trascorrono le proprie vacanze in strutture di lusso, appartamenti o a bordo di meravigliose imbarcazioni attraccate al largo della costa.

Porto Cervo è una frazione di Arzachena, sempre nella provincia di Olbia-Tempio, in quella zona dell’isola conosciuta come Gallura, una località è sorta attorno al caratteristico e profondo porto naturale, dalla cui particolare forma a cervo si è ricavato il nome della cittadina.

Porto San Paolo

Loiri Porto San Paolo (in gallurese Lòiri-Poltu Santu Paulu) è un piccolo comune ( poco più di 2.500 abitanti) nella provincia di Olbia-Tempio, all’interno di quella caratteristica zona della Sardegna conosciuta come Gallura, dove si aprono su un mare di cristallo alcune dele più belle spiagge del mondo.

La cittadina di Loiri, capoluogo comunale, si trova nell’entroterra, a pochissima distanza da Porto San Paolo, caratterizzato da un porto turistico perfettamente attrezzato.

La storia di Loiri Porto San Paolo

La località di Porto San Paolo si è sviluppata agli inizi del ‘900 come villaggio di pescatori, aprendosi al turismo a cavallo degli anni sessanta e settanta, grazie all’enorme azione di traino esercitata dalla vicina Costa Smeralda e dalla località di Porto Rotondo, senza per questo però abbandonare le tradizionali attività di pesca, agricoltura e allevamento.

Olbia

Olbia è una città caratterizzata dalla presenza di insediamenti turisticimolto conosciuti, come Porto Rotondo, è offre ai  propri ospiti delle infrastrutture che ne fanno uno dei poli turistici più importanti di tutta la Sardegna, come testimoniato dagli oltre due milioni di viaggiatori che ogni anno transitano per l’aeroporto Olbia-Costa Smeralda.

Le origini della città di Olbia, in base a ritrovamenti archeologici, si fanno risalire al periodo Neolitico (4.000- 3.500 a.C.), successivamente al quale si arriva all’età del Bronzo nella quale si procede alla realizzazione dei caratteristiche abitazione della civiltà nuragica: sono più di 50 quelli attualmente conosciuti e vanno dai villaggi ai pozzi sacri alle sepolture megalitiche e tra questi il pozzo sacro di Sa Testa, la sepoltura collettiva di Su Monte ‘e s’Abe e il nuraghe Riu Mulinu a Cabu Abbas.

La Storia di Olbia

Città ambita e di grande importanza logistica durante le varie dominazioni che si sono succedute nel corso dei secoli, la città di Olbia ha assunto l’aspetto attuale a partire dalla metà del XX secolo, quando vennero avviate importanti campagne di bonifica ambientale. Negli anni sessanta la città cresce economicamente, e gli hotel di Olbia aumentano sotto la spinta della scoperta turistica della costa nord orientale della Sardegna.

Proprio la sua particolare posizione geografica ne fa una delle località sarde più vicine alla penisola, divenendo così uno dei principali punti di collegamento con il continente italiano dal quale dista meno di 300 km. L’impiego di moderni mezzi di navigazione consente di coprire la distanza in circa 4 ore.

La Maddalena

La Maddalena è un arcipelago di sette isole principali (La Maddalena, Caprera, Santo Stefano, Spargi, Budelli, Santa Maria e Razzoli) e altri isolotti minori, della provincia di Olbia Tempio. La località è famosa per le sue rinomate spiagge, come la celebre spiaggia rosa nell’isola di Budelli,  set del film Il deserto rosso’ di Michelangelo Antonioni, oltre che per essere stata l’ultima dimora di Giuseppe Garibaldi, che a Caprera edificò la casa Bianca, oggi museo.

Turismo e Hotel La Maddalena

 

Trattandosi di un arcipelago, uno dei tratti maggiormente distintivi della Maddalena è certamente il mare che qui, grazie alla presenza di un parco marino transfrontaliero, ha notevolmente contribuito alla nascita ed allo sviluppo del turismo balneare e naturalisticosupportato da una ricca offerta di strutture alberghiere, di hotel della Maddalena rendono l’isola una delle maggiori località turistiche di tutta la Sardegna.

L’isola è raggiungibile esclusivamente via mare da Palau. Sulla rotta Palau – La Maddalena operano:

  • Saremar (Isola di Caprera, Isola di Santo Stefano)
  • Enermar (Camogli, Agata, Pace, Teseo)
  • Delcomar (Erik P)

Alghero

Alghero è una città di oltre 40.000 abitanti della Provincia di Sassari, famosa anche come Riviera del Corallo, grazie alla quantità e alla bellezza del corallo rosso, uno tra i più pregiati al mondo, che qui viene pescato e lavorato.
La località si situa nella parte nord-occidentale della Sardegna, all’interno dell’omonima rada. A nord del centro urbano il territorio è caratterizzato dalla pianura della Nurra, mentre nella zona  nord-ovest si ergono i sistemi carsici di Capo Caccia, Punta Giglio e Monte Doglia.

Turismo e Vacanze ad Alghero

La posizione della città e l’orografia del territorio fanno sì che Alghero offra ai turisti e ai visitatori un panorama moltovario, con spiagge immacolate e scogliere con sassi piatti o molto frastagliati, alle spalle delle quali si sviluppano intere aree verdi, con la tipica macchia mediterranea, ad offrire profumi e colori unici, oltre ad un panorama meraviglioso, soprattutto se osservato dal mare, dal quale si potrà godere del contrasto tra il bianco delle rocce e i colori della vegetazione.
Alghero ed i territori limitrofi si caratterizzano per la presenza di fenomeni carsici che rendono la zona ricchissima di grotte ed anfratti, ancora in buona parte inesplorati. Certamente tra le più famose, le Grotte di Nettuno sono uno dei simboli di questa terra, accessibili sia dal mare sia da terra (tramite la famosa Escala del Cabirol, di 656 gradini).

Per gli amanti dell’osservazione naturale e del trekkinginoltre vi è la possibilità di esplorare la zona chiamata Arca di Noè, nella zona Tramariglio, dove nidifica il Grifone e altri uccelli protetti, mentre per gli amanti delle immersioni la Grotta del Nereo (a circa 18 metri di profondità) rappresenta una meta obbligata per godere del meraviglioso ambiente marino.
Numerosi i siti archeologici extra urbani, come la necropoli di Anghelu Ruju, la villa di epoca romana (Santa Imbenia), il sito della Purissima (dove si crede sorgesse la città scomparsa di Carbia) e i complessi nuragici del Nuraghe Palmavera e di Santa Imbenia.
Una vacanza, grazie ad un soggiorno negli hotel di Alghero, non potrà definirsi completa senza aver assaporato la cucina tradizionale, basata sul pesce e i crostacei, in particolare sulla famosa aragosta algherese conosciuta e apprezzata in tutto il mondo.

 

Porto Rotondo Sardegna

Porto Rotondo viene sovente associata al comune di Arzachena e alla località di Porto Cervo, ma in realtà la cittadina, località di villeggiatura conosciuta in tutto il mondo, è frazione del comune di Olbia e si trova nel nord-est della Sardegna, alle spalle del Golfo della Marinella.

Turismo a Porto Rotondo

Portorotondo offre ai suoi visitatori un mare di cristallo e  spiagge rinomate, come Ira (Sa Rena Manna in sardo), Spiaggia Sassi e Punta Volpe (in sardo Iscia Segada) che con la sua costa granitica offre uno spettacolare panorama sulla Costa Smeralda, il suo mare, le sue isole.
Porto Rotondo è meta ogni anno di numerosi Vip che qui vengono a trascorre le proprie vacanze, attratti dall’esclusività e dalla bellezza del luogo, ma anche dal prestigio di esserci, di partecipare agli eventi di una delle località turistiche più ambite di tutto il mondo.

 

Villasimius

Villasimius è una piccola località di villeggiatura a meno di un’ora d’automobile da Cagliari. Nel percorrere la strada costiera che conduce alla città il viaggiatore potrà ammirare gli incredibili paesaggi e scorci offerti dalla parte orientale del Golfo di Cagliari, dove il contrasto tra i colori profondi dell’acqua e le prime spiagge bianche anticipa la meraviglia dei luoghi offerti da Villasimius, che appare all’improvviso.

La località si caratterizza per un gioco complesso di prospettive e di luci, dove tra incroci tra il mare e la sabbia spicca Capo Carbonara, l’istmo di terra  caratteristico dell’estremità sud-orientale dell’isola.

 

Vacanze a Villasimius

Al turista che si reca in vacanza in hotel a Villasimius la città si presenta così, d’impatto, attraverso un’esplosione di colori e profumi, dove sole, sabbia, granito, mare e lentischio dialogano tra loro, coinvolgendo lo spettatore in un viaggio alla scoperta della semplicità e della forza della natura, una natura che in questa terra  plasmata dal tempo, ha saputo mantenere, grazie anche all’azione di salvaguardia degli abitanti, quel fascino intenso che caratterizza l’intera Sardegna.

Villasimius è famosa anche per la presenza dell’Area Marina Protetta di Capo Carbonara, un ampio territorio che comprende anche le isole dei Cavoli e di Serpentara, un luogo fortemente voluto dagli abitanti per tutelare con estrema attenzione e professionalità una ricchezza di flora e fauna che non ha uguali al mondo, una natura selvaggia che accoglie i visitatori in tutta la sua bellezza, raggiungibile anche via mare, muovendo con imbarcazioni alla volta di insenatureed anfratti isolati, lungo i  35 chilometri di costa esposti da nord ad ovest.

Pula

Pula è un comune di 7.200 abitanti della provincia di Cagliari,  che custodisce  le rovine della grandiosa città di Nora, la prima città fenicia dell’isola, nella vicinanza delle quali si erge la chiesa di Sant’Efisio (XII secolo), costruita secondo la leggenda nel luogo esatto dove il santo venne martirizzato.

Scendendo verso la spiaggia di Guvunteddu si raggiunge la laguna di Nora, dove è stato recentemente aperto un interessantissimo e funzionale Centro di Educazione Ambientale, all’interno del quale trovano spazio un acquarium ed una serie di vasche con le specie marine più rappresentative dell’ecosistema lagunare. Proseguendo lungo la strada litoranea Pula offre ai propri ospiti le spiagge di  Punta d’Agumu e Foxi ‘e Sali. Nella costa antistante invece si susseguono le località di Cala d’Ostia e la splendida Cala Verde.

 

Vacanze a Pula

Un soggiorno negli hotel a Pula offrirà quindi possibilità di alternare al piacere di una vacanza balneare nelle bellissime strutture ricettive della località, trascorsa su spiagge meravigliose bagnate da un mare di cristallo, la soddisfazione e la meraviglia di partire alla scoperta dell’entroterra, organizzando magari anche delle escursioni fino ai monti circostanti, che con i loro 1000 metri di altezza offrono una vista incredibile di tutto il territorio in quest’angolo incantato di Sardegna.

 

San Teodoro

La località si trova nella parte nord orientale della Sardegna, a pochi chilometri dagli scali portuali e aeroportuali di Olbia, si estende per oltre 104 kmq e rappresenta oggi una delle realtà turistiche tra le più note e frequentate dell’Isola, dove spiagge di sabbia bianchissima si aprono all’abbraccio di un mare cristallino, dai fondali incredibilmente suggestivi.

Per gli amanti della natura una visita alla laguna di San Teodorooffrirà l’occasione per ammirare la grande comunità di fenicotteri rosa che qui ha trovato un habitat naturale perfetto.
Per chi invece ha eletto San Teodoro meta delle proprie vacanze balneari, le romantiche spiagge circondate da scogliere modellate dal vento ed abbracciate da una verdissima e profumatissima macchia mediterranea, offriranno uno scenario unico dove abbandonarsi al benessere più totale.

 

Vacanze a San Teodoro

San Teodoro, un luogo dove poter trascorrere una vacanza immersi in bellezze naturali uniche e suggestive, dedicarsi all’esplorazione degli angoli più nascosti ed affascinanti del territorio, oppure praticare le attività caratteristiche del luogo per meglio comprendere la cultura e le tradizioni di questa città e dei suoi abitanti.

Gli hotel di San Teodoro offrono ai  propri ospiti accoglienti strutture ricettive dove assaporare anche i piatti di una tradizione culinaria unica, basata sull’utilizzo sapiente dei prodotti della terra e del mare, per creare dei piatti semplici ma di grande gusto.

Orosei

La località di Orosei si trova lungo la costa orientale della Sardegna: inizialmente retta da un’economia agricola e successivamente legata allo sfruttamento delle cave di marmo, la città ha conosciuto, in tempi relativamente più recenti, grazie all’apertura di numerosi hotel,  un’importante crescita nella direzione del turismo balneare con le località di MarinaCala Liberotto e con le spiagge di Sa Linnas SiccasCala GineproSa MattanosaBidderosa.

Storia e turismo a Orosei

Come per molti altri centri della Sardegna, anche l’origine della città di Orosei è riconducibile al periodo romano, anche se non mancano testimonianze della presenza di precedenti civiltà nuragiche.

Il paese conserva anche traccia del suo passato medievale, grazie alla presenza di numerose chiese e dimore gentilizie, a testimonianza della relativa agiatezza acquisita nel corso dei secoli. Oggi la città e gli hotel di Orosei, con il comprensorio di località turistiche delle vicinanze, si offrono come una delle località più affascinanti dove trascorrere una vacanza balneare, circondati da una natura rigogliosa e da paesaggi unici al mondo.

Dorgali

Dorgali è  uno dei centri più importanti della Barbagia, grazie alla sua posizione e all’estensione del suo territorio, di circa 225 Kmq,  dalle pendici del Supramonte agli altipiani del Gollèi. La città è conosciuta per  la maestria degli artigiani nella lavorazione dell’oro in filigrana e per la produzione di ceramiche artistiche, pelle, tappeti e coltelli.

Per chi ricerca, oltre al piacere di una vacanza balneare, anche il fascino della storia e delle testimonianze archeologiche, la città di Dorgali racchiude all’interno del proprio territorio il villaggio nuragico del monte Tiscali, il villaggio nuragico di Serra Orrios, menhir, dolmen di basalto e calcare, la tomba dei giganti di S’Ena e Thomes e molto altro.

 

Turismo a Dorgali

Caratteristica dell’attività turistica e della gestione degli hotel di Dorgali è quella di non essere legata alla stagione estiva, poiché, grazie alla presenza di suggestivi percorsi di trekking e di mountain bike, questa bellissima località si offre quale meta ideale in ogni periodo dell’anno, favorita anche da un clima particolarmente mite.

Nelle vicinanze di Dorgali si trova la frazione di Cala Gonone, che si staglia contro l’azzurrissimo mare, posizionata sulla collina ripida in discesa verso la costa, dove si trovano numerosissime strutture ricettive. Cala Gonone è anche il punto di partenza per raggiungere delle splendide cale del golfo, raggiungibili talvolta solo a bordo di imbarcazioni, come Cala LunaCala Sisine,  Cala Fuili e Cala Biriola.

Stintino

Stintino è un piccolo comune di appena 1.500 abitanti nella provincia di Sassari, località rinomata e conosciuta in tutto il mondo per la presenza di una delle spiagge più belle della Sardegna, la spiaggia de La Pelosa, che ospita ogni anno migliaia di turisti ed amanti delle bellezze naturali di questo luogo unico al mondo, all’interno degli eleganti e moderni hotel di Stintino.

Il litorale ovest della località si caratterizza per la presenza di splendide scogliere e diverse calette rocciose, tra le quali la valle del “Biggiu Marinu“, conosciuta anche come la “Valle della Luna“; oppure la suggestiva Coscia di Donna, o ancora Cala del Vapore. Ma altre spiagge splendide offerte da questa splendida località sono la spiaggia de Le Saline, La Pelosetta, Il Gabbiano, L’ Ancora, Ezzi Mannu, Pazzona.

Natura a Stintino

I paesaggi e l’ambiente di Stintino offre meravigliosi panorami e si caratterizza per la presenza di aree umide ed  ampi tratti di macchia mediterranea.

La penisola di Stintino si protende nel mare dell’Isola dell’Asinara, che dal 1997 è divenuta  parco nazionale di straordinaria bellezza, che ogni anno attira migliaia di persone, grazie alla presenza di un ambiente completamente incontaminato, la cui conservazione è stata assicurata dalla presenza dell’ex carcere di massima sicurezza.

 

Costa Smeralda

Con il termine Costa Smeralda si indica solitamente quel tratto costiero della Sardegna nord-orientale conosciuto come Gallura e che, proprio nel dialetto gallurese, assume il nome di “Monti di mola”, traducibile come ‘pietra di macina’.
La località forma una penisola dal Golfo di Arzachena fino a quello di Cugnana, per un totale di 55  chilometri di costa, che ne fanno il litorale più lungo d’Italia, caratterizzato da insenature che si alternano a spiagge bianchissime, da promontori e numerose isole.

Storia della Costa Smeralda

La spinta propulsiva allo sviluppo di questa zona della Sardegna risale ai primi anni ’60, quando il  principe ismaelita Karim Aga Khan, fonda il Consorzio Costa Smeralda, trasformando di fatto l’industria turistica e vacanziera dell’isola.
Le principali località sono  Porto Cervo, Poltu Cuatu, Liscia di Vacca, Capriccioli, Cala di Volpe alle quali viene tradizionalmente associato anche Porto Rotondo, che amministrativamente non apparterrebbe alla Costa Smeralda.
La Sardegna, con gli hotel della Costa Smeralda, è, nel mondo, sinonimo di esclusività e di paesaggi meravigliosi, caratterizzati da bianche distese sabbiose e un mare di cristallo, dove ogni momento diventerà un momento indimenticabile.

Romazzino

Romazzino è una zona di grande suggestione architettonica, dove si integrano con il bellissimo paesaggio sontuose ville e prestigiosi hotel, che si affacciano su una spiaggia dalla sabbia finissima bagnata da un mare che assume tutte le gradazioni del blu e del verde. Gli hotel di Romazzino vi attendono per trascorrere delle vacanze indimenticabili.

Natura e Ambiente a Cala di Volpe

In Sardegna la bellezza della natura e dell’ambiente, del mare e della spiaggia domina ovunque, ma quando si arriva a Cala di Volpe si ha la netta sensazione di essere di fronte ad uno spettacolo unico ed irripetibile, offerto da un  golfo, protetto, verdissimo, nella cui aria si diffondono le note delle essenze mediterranee, una delle zone più suggestive ed esclusive di tutta la Costa Smeralda, che oggi come un tempo rievoca eleganza e prestigio, lusso ed aristocrazia.

 

Turismo a Cala di Volpe

 

I locali e le sontuose ville celate nella vegetazione sono state teatro dei fasti degli anni ’70, quando questa zona della Sardegna era veramente il centro del divertimento e del turismodell’alta borghesia e dei personaggi del Jet Set internazionale.
Oggi probabilmente la corsa allo sfarzo, al clamore e al lusso è rallentata, ma Cala di Volpe è rimasta immutata, con il suo fascino e la sua magia senza tempo.

Porto Rafael

Porto Raphael deve i propri natali all’intraprendenza e al gusto del Conte Rafael Neville che acquistò  una parte di costa a picco sull’acqua cristallina, caratterizzata da una ricca vegetazione, da suggestive cale e approdi.

Terminata la procedura d’acquisto iniziarono i lavori per la creazione di un villaggio recante il nome del suo fondatore, cominciando da una vecchia costruzione che fu riadattata e divenne il palazzo comunale di Porto Rafael, in realtà dimora del conte. La cittadina si distingue per originalità architettonica che, unita al gusto del suo fondatore, ha fatto si che le costruzioni si integrassero con armonia con l’ambiente naturale senza sopraffarlo o offenderlo.

Turismo a Porto Rafael

Oggi la località ha mantenuto intatta la sua anima e il suo spirito, offrendo al turista la possibilità di trascorrere una vacanza in hotel a Porto Rafael in un ambiente perfettamente conservato, dal quale si diramano strade e sentirei che conducono ai piedi della punta Sardegna, in cima alla quale esiste ancora una postazione di osservazione, oppure fino ad un punto dal quale si potrà godere di una meravigliosa vista sull’isola di Spargi, così vicina che sembrerà di poterla toccare.

Sarroch

Ad appena 25 chilometri da Cagliari, Sarroch si offre all’ammirazione del turista, abitata fin dall’antichità, come testimoniato dai numerosi ritrovamenti archeologici, dalle Nuraghe e dalle Tombe dei Giganti.

 

Monumenti a Sarroch

La città conserva inoltre importanti e suggestivi monumenti di epoche più recenti, come  Torri costiere, la Villa d’Orri, la Villa Siotto e, grazie alla presenza del monte Nieddu offre anche notevoli risorse ambientali.
Nelle vicinanze della città di Sarroch sorgono i due centri residenziali di Perd’e Sali e Porto Columbu, direttamente a ridosso delle spiagge che si caratterizzano per l’alternanza di sabbia e pietre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *