Il mare in Sardegna

Il mare in Sardegna

La Sardegna ed il suo mare, un connubio inarrivabile: non esiste infatti altro posto al mondo in grado di offrire una così perfetta unione tra paesaggi così diversi, un luogo che per la varietà dei suoi ecosistemi viene riconosciuto come un micro-continente, caratterizzato dall’alternanza tra zone montuose e distese disabitate, specchi d’acqua e foreste, lunghe spiagge e fantastiche falesie che si gettano in un mare cristallino.

il mare in sardegna

Proprio il mare è uno dei tratti caratterizzanti dell’isola, elemento che ha permesso l’isolamento e la crescita di una solida tradizione e cultura nei tempi passati, e che oggi si offre come uno dei più belli e puliti al mondo, autentico paradiso per gli amanti delle immersioni ma anche per gli appassionati della navigazione, che qui troveranno il vento ed i paesaggi migliori per solcare il mare alla scoperta dei piccoli e grandi tesori nascosti nelle calle dell’isola.

La particolare trasparenza delle acque inoltre consente ai raggi solari di raggiungere una maggiore profondità, contribuendo in questo modo allo sviluppo di un ambiente dai mille colori e da un’estrema varietà di flora e fauna.

Escursioni nel mare in Sardegna

Una delle principali attrazioni offerta da una bellissima e meravigliosa vacanza al mare in Sardegna, potrà essere la  Grotta Di Nereo, scoperta negli anni ’50 sotto il promontorio di Capo Caccia, la più vasta grotta sommersa marina di tutto il Mediterraneo, caratterizzata dalla presenza di lunghi e tortuosi tunnel che ospitano una grandissima varietà di specie marine.

Ma la Grotta di Nereo non è l’unica grotta dell’isola, poiché il 10% della superficie è interessato da fenomeni carsici che formano voragini e laghi sotterranei, come quelle a Su Golgone ad Oliena, e grotte litoranee, come quelle del Bue Marino e di Cala Gonone e quelle famosissime di Alghero, chiamate grotte di Nettuno, all’interno delle quali si è formato il più grande lago sotterraneo d’Europa, meta ogni anno di moltissimi appassionati turisti subacquei.

Complessivamente le formazioni calcaree costituiscono il 10% della superficie dell’isola e sono interessate da particolari fenomeni carsici che formano grotte, voragini con laghetti sotterranei e sorgenti carsiche come quelle de Su Gologone di Oliena. Le grotte più famose sono quelle litoranee del Bue Marino, a Cala Gonone, e quelle di Nettuno ad Alghero, nel cui interno si trova uno dei più grandi laghi sotterranei d’Europa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *